Sentori

Il mio senso meno sviluppato è senza dubbio l'olfatto.E' un fatto fisico. Perchè l'allergia inibisce le mie primavere. Che infatti non amo. Non godo perciò di violette e non ti scordar di me e nemmeno delle rose.Che comunque non mi regalano.In ufficio sopporto solo il ficus con cui ho un rapporto maturo che prescinde da qualsiasi velleità di pollice verde … Continua a leggere

Oggi è un altro Jed

Una lunghissima giornata.Ho una pila di cose da fare e nemmeno la voglia di iniziare. Sì che poi se riesco a cominciare mi diverto. A me piacciono soprattutto le riunioni.Effettivamente mi rendo conto di giocare un po' con me stesso. In riunione, ad esempio, sperimento la mia decisione e risolutezza. Me le sento esprimere con chiarezza,le vedo discernere e individuare. Poi … Continua a leggere

Un faccenda complicata

Yale è cornuta.E' ufficiale. Alx,pentitissimo,glielo ha confessato subito contravvenendo da ingenuo ragazzo com'è alla regola essenziale di non dirlo mai.In amore l'onestà non paga,si sa;figuriamoci nella coppia. Col cuore Yale vorrebbe perdonarlo. Ma come si fa? Bisognerebbe avere una bacchetta magica e far passare almeno un anno.Un anno in cui al minimo problema non ti torna in mente che sei cornuta. … Continua a leggere

l’ineffabile stagista

Dopo avergli spiegato con una certa difficoltà cosa sia una playlist ecco quelle dell'ineffabile stagista:Papale papale: "-Povia quella dei bambini fanno Ooooh-Piccolo grande amore (!)-Dragonstei (purtroppo è proprio Dragonstea)-quella che fa mare,mare,mare ma che voglia di non me la ricordo più-ossesion degli aventura -quella di Alexander (ha il testo sul diario ma non sa come si intitola e nemmeno di … Continua a leggere

La sagra della gnocca

Quella che poeticamente mi sembrava una finissima atmosfera irlandese intrisa di pioggerellina finissima impalpabile e tenue talmente da farmi desistere dal tornare al mio terzo piano per indossare qualcosa di più impermeabile sulla mia classicissima tenuta azzurra appena risceso dalla macchina era un merda di pioggia bellebuona completa di pregnissme gocce nere sulla camicia.Sì quelle goccie mi ricordano una canzone … Continua a leggere

Quest’estate

Dubbi e guai FRATELLI DI SOLEDADOur nature YUPPIE FLUEstate NEGROAMARO (gli ultimi venti secondi)Are you ready AC DCRock n roll LED ZEPELINByrds PAUL WELLERBrown eyed girl VAN MORRISONYou can't hurry love THE SUPREMESPaladino FOLCO ORSELLIIn your company GINGER LEIGHMargherita ZIBBA (inedita)Leah BRUCE SPRINGSTEENJerk it out CAESARSUn chimico (versione di) MORGANDon't you (part 1 & 2) MICAH P HINSONUnder pressure DAVID … Continua a leggere

Che palle

C'è modo e modoa tutto c'è un limite (o ci vuole un limite)il troppo stroppiala verità sta nel mezzoC'è un momento per tuttoun bel gioco dura pocoun pò va bene poi bastanon si può tirare troppo la cordama quando dico basta è bastachiamo i vigilisi fa quel che si puòio non sto dalla parte di nessunoè il momento di finirla … Continua a leggere

Pioggia

Pioggia.Una sera a casa.Mi cucino qualcosa con riguardo e lentezza.Poi perfino la partita. Mi sono sembrato talmente normale che a mezzanotte sono dovuto uscire un attimo e bermi qualcosa.La novità è stata che la birra era fredda.Si beveva malvolentieri nell'aria rigida di questa serata pre-autunnale. Anzi meno male che avevo il golfino.Pastiche mi spiega che si intristisce a  vedermi col … Continua a leggere

Rapide occhiate

Se sei bello ti tirano le pietre,se sei brutto ti centrano. Stavo pensando a questo ieri mentre spiegavo la differenza tra Vasco Rossi e un ingegnere.Tutto era nato dalla descrizione che la stagista mi aveva fatto in mattinata del suo fidanzato. In a misterious way quella risposta stava influenzando un discorso di dodici ore dopo con persone completamente diverse. Ovvio … Continua a leggere

Cara Luisa

Cara Luisa se stasera non vado a dormire entro mezzanotte mi devi dare uno di quei pizzicotti che sai dare tu. Che lasciano l'alone viola.Tre e mezza.Stasera Luisa oltre al dovere di portarmi aperitivo e piattino ha il diritto di riempire il mio braccio di lividi.E' che l'aria era dolce e il mare calmo e così è stato inevitabile finire … Continua a leggere