Jed emigrante

Questa storia è davvero accaduta e dimostra quanto un ragazzo come jed sia zeppo di esperienze istruttive e divertenti.Jed come tanti ha avuto diciottanni.Li ha avuti forse un pò troppo tardi. Lui se li sentiva prima e quando gli sono arrivati pensò che doveva viverseli di corsa come quando si arriva in ritardo a un appuntamento.Sua madre lo voleva iscrivere … Continua a leggere

Oh oh…

E' vero. Suono.Vado in giro e lo faccio.Mi piace e piace. Sono abbastanza bravo. Famoso?No. Un pò a livello locale.Ma devo dire la verità non ero quello schianto di ragazzo che ha immaginato Gas.La ringrazio per avermi immaginato bravo,bello e famoso.Ma la mia è un'altra storia.E' un soffio più leggeroun tono più bassoun angolo più scuro.Una buona canzone.Ringrazio gas di … Continua a leggere

Volume tre

Quando quella sera l'abbiamo fischiato al Carlo Felice pensavo sarebbe stata la fine di una storia. Una normalissima fine. Come per tutti quelli che non hanno più nulla da dire.Venditti ad esempio.Un concerto noioso.Verboso.Ripreso con invadenza dalle telecamere.Poi la gioiosa scoperta. Non era finito. Ed è tornato con un album degno. Io penso che sia merito del figlio che ha … Continua a leggere

Neruda

Per il mio cuore basta il tuo petto, per la tua libertà bastano le mie ali. Dalla mia bocca arriverà fino al cielo ciò che stava sopito sulla tua anima. E' in te l'illusione di ogni giorno. Giungi come la rugiada sulle corolle. Scavi l'orizzonte con la tua assenza. Eternamente in fuga come l'onda. Ho detto che cantavi nel vento … Continua a leggere

Uomo vecchio.

Buon compleanno.Un anno pìù di me. Certo ventanni fa mi sembravi molto più grande. Io pallone e bicicletta,tu già donne,moto e sigarette.Poi sono sembrato più grande io. Uomo vecchio mi hai chiamato. Per certe mie serietà fuori-luogo. Per un mio isolarmi a volte da quella compagnia di pazzi che eravamo.Oggi che è il tuo compleanno; non ho nemmeno voglia di … Continua a leggere

Quotidianamente.

All'Università ero il ministro della cultura e degli affari sociali del mitico appartamento universitario. Tutto merito essenzialmente del fatto che riempivo la casa di giornali. Che leggevo. Oggi leggo meno. Sono passato alle riviste storiche e letterarie. E a quelle musicali.Al quotidiano do una scorsa al bar. Sembra sempre quello del giorno prima. Una polemica politica,un analisi internazionale,due pagine sulla … Continua a leggere

tre compleanni

Tre compleanni in tre giorni.Che fosse un lavoro?Tre compleanni diversi.Mia madre. Una donna forte. Un giorno le regalerò un matrimonio. Ma per ora sta bene. Lavora come una matta. Non ha tempo per sè. Vorrebbe fare tutto lei. E mio padre comprensivo le fa fare tutto a lei…anche noi figli non scherziamo con la comprensione.Ristorante di classe però. Ma con gente da … Continua a leggere

Infedeltà

Parlavano di me. Tutti.Come di un pazzo o un'incosciente. La mia correttezza appariva fuoriluogo in un contesto così basso. La mia infedeltà palese e ingiustificabile.Non posso dire di essere stato scoperto ma di fatto si era capito troppo.Come sempre in questi casi è un amico che tradisce.Che si tradisce. Colpa della moglie.Io stavo andando bene. Non facevo mancare troppo a … Continua a leggere

7

Ieri mattina il sole era un lungo abbraccio arancione che imbiancava il mare e mitigando l'aria bruciava dal di sotto una stupida nuvoletta orgogliosa,nera e solitaria che sembrava essere stata scacciata dal branco.Io,sparando in automatico cazzate col barista,cercavo di godere nella mani e nelle guance di quell'arancione che filtrava dal vetro del bar e in realtà cercavo con la mente … Continua a leggere

jeddiscoteque

Eccolo lì,prima all'angolo poi al centro,un attimo in pista due al banco…Ma sono io,mi distinguo dalla colonna di specchi e mi riconosco,sono Jed e sono andato in discoteque come i veri fighi alla domenica.Dall'angolo di studio verifico la situazione. La troppo giovane Ody sculetta da far diventare miope l'ingegnere bambino. Lui crede che stia con me.Ha fatto un passo dice.Il … Continua a leggere